martedì 14 luglio 2015

SPIRULINA: L’ALGA DALLE “INFINITE” PROPRIETA’

Spirulina, con elevato valore nutrizionale
Spirulina è un prodotto a base dell’omonima alga, la quale è principalmente diffusa nelle aree tropicali, laddove il carattere alcalino delle acque marine ne favorisce la crescita.

Le proprietà nutritive di tale alga sono note fin dai tempi antichi, in quanto sia le popolazioni sudamericane (Spirulina maxima) che quelle centrafricane (Spirulina platensis) la ponevano alla base del loro regime alimentare.
Questo uso radicato nel tempo discende dalla ricchezza e varietà di nutrienti:
  • amminoacidi essenziali e non
  • carboidrati
  • vitamine
  • acidi grassi essenziali
  • sali minerali
  • carotene e pigmenti simili
La base nutrizionale così vasta rende la Spirulina un ottimo supplemento nutrizionale in caso di diete ipocaloriche.
Infatti un regime alimentare povero di zuccheri può provocare squilibri metabolici che si possono concretizzare in una riduzione dell’apporto nutritivo all’organismo; in tal senso la corretta integrazione di carboidrati permette di equilibrare il quadro organico, favorendo il buon esito del regime alimentare di stampo dimagrante.
Su questo punto ci preme fare una precisazione: gli oltranzisti dell’utilizzo della Spirulina ne cantano le lodi dimagranti, proponendo questa alga come un rimedio contro l’obesità; ciò non è sbagliato, ma è più corretto dire che la Spirulina garantisce una maggiore efficacia nella perdita di peso nel momento in cui viene inquadrata come opportuna integrazione di un regime alimentare impostato per dimagrire.
A rafforzare questo concetto interviene la presenza dell’amminoacido fenilalanina, il quale è associato ad una inibizione del senso dell’appetito, condizione importante sia per prevenire eventuali assunzioni di cibo al di fuori del quadro alimentare programmato che per favorire psicologicamente l’accettazione di una alimentazione meno ricca.
Quindi con questa ulteriore proprietà si evidenzia la duplice azione della Spirulina:
  • a livello metabolico, garantendo un corretto introito nutrizionale
  • a livello psicologico, stimolando il senso della sazietà
La Spirulina, sempre in virtù della variegata composizione nutritiva, è molto utile come supplemento nella dieta degli sportivi.
L’elevato valore biologico delle proteine che in essa sono contenute, unito alla presenza di vitamine e sali minerali, la rendono un ausilio più che efficiente per l’ottimizzazione delle risorse energetiche dell’organismo.

Spirulina, valido supplemento nutrizionale

La presenza ingente di ferro consente di migliorare la sintesi dei globuli rossi, permettendo di prevenire e trattare affezioni su base anemica.
L’attività antiossidante della Spirulina è favorita dalla presenza di pigmenti (come ad esempio il carotene), vitamine A ed E, zinco e manganese.
Tale caratteristica dà luogo ad una notevole difesa nei confronti dei radicali liberi e dei conseguenti danni a questi ultimi associati.
Ne consegue una migliore conservazione dell’elasticità cutanea ed una maggiore capacità di affrontare lo stress psico-fisico.
Gli acidi grassi presenti nella Spirulina stimolano la produzione di mediatori endogeni in grado di attivare il sistema immunitario, palesando, in tale maniera, un chiaro effetto immunostimolante.
Questa caratteristica è importante nell’ottica delle proprietà complessive di questa alga, evidenziando carattere antinfiammatorio, antiateromatoso, anticoagulante, antivirale, antiartritico, antiallergico, anticanceroso ed epatoprotettivo. 
Tutte caratteristiche che stimolano l’uso di questa alga in una varietà di affezioni fisiopatologiche, non ultime quelle cardiovascolari.


Questo insieme di effetti, considerata anche la provenienza assolutamente naturale e l’assenza di effetti collaterali, consente l’utilizzo della Spirulina in gravidanza e nella fase riabilitativa (convalescenza).
È un alimento che trova largo impiego tra vegetariani e vegani, rappresentando una valida alternativa all’alimentazione tradizionale, anche se bisogna sempre tenere ben presente che la Spirulina non va intesa in ogni caso come sostitutiva di una dieta variata.
Il dosaggio è va da una ad otto compresse da assumere nell’arco della giornata, in funzione delle proprie esigenze specifiche e dopo avere interpellato il proprio medico curante in merito.

CONDIVIDI SUI SOCIAL NETWORK
Condividi su Google Plus Condividi su Reddit Condividi su OKNotizie Condividi su Diggita converti in PDF stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento